Artrite psoriasica e movimento: come cominciare e continuare

Perché l’esercizio fisico e movimento fa bene? E la fisioterapia? Come capire se invece è dannoso? Come incominciare, ma anche come mantenere la motivazione a continuare? Convivere con una patologia cronica può essere difficile. Per questo, capire bene le cose che possiamo fare per rendere la nostra vita di pazienti più confortevole è sicuramente un passo importante per rendere la malattia più facile da affrontare. Cominciamo dalle cose semplici: per proteggere le articolazioni è importante un regolare esercizio fisico. Vediamo insieme alcuni consigli per capire quali esercizi sono più adatti alle articolazioni più comunemente colpite da artrite psoriasica.

  1. Poco, ma spesso: le regola d’oro è praticare un esercizio fisico regolare a basso impatto, soprattutto quando i muscoli sono deboli.
  2. Alternare esercizi noiosi ed esercizi più divertenti.
  3. Non forzate sulle articolazioni che possono facilmente irrigidirsi.
  4. Imparate ad accettare i momenti di pausa, talvolta necessari.
  5. Non cercare scuse: un’attività dolce, regolare vi aiuterà a sentirvi più forti, più in forma e più elastici.

Artrite psoriasica e movimento

Perché serve l’esercizio fisico quotidiano?

L’artrite psoriasica può causare dolore, gonfiore e rigidità delle articolazioni. Proprio per questo motivo, l’esercizio fisico regolare può fare una grande differenza nella qualità di vita di coloro che soffrono di artrite psoriasica. Il movimento mantiene le articolazioni e i tendini più flessibili e agili, contribuisce a ridurre l’infiammazione e il dolore casusati dall’artrite psoriasica. Inoltre, rafforzare i muscoli riduce il carico di lavoro sulle articolazioni. Mantenere una buona forza muscolare, vi supporterà nelle attività quotidiane e vi aiuterà a mantenere una buona postura. Inoltre, vi aiuterà a ridurre lo stress e a migliorare l’umore, a mantenere la densità ossea e a ridurre la sensazione di affaticamento.

Inoltre, non è raro che le persone con artrite psoriasica possano sviluppare patologie come le malattie cardiovascolari, il diabete e il morbo di Crohn. Anche in tal senso la pratica di un esercizio fisico regolare, che mantiene il cuore allenato e le articolazioni in movimento, può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare una condizione di comorbidità.

Artrite psoriasica e movimento: come capire quando l’esercizio è dannoso?

Sicuramente è importante una premessa generale: iniziare e portare avanti un programma di allenamento fisico quotidiano può essere difficile; se avete dei dubbi, chiedete consiglio al vostro medico o fisioterapista.

In generale, è importante cercare di fare un po’ di movimento ogni giorno. Naturalmente, nei giorni in cui le articolazioni sono gonfie o doloranti, meglio non forzare, cercando comunque di muovere le articolazioni colpite il più possibile durante il giorno.
Gli allenamenti di potenziamento cardiovascolare e rafforzamento muscolare dovrebbero essere eseguiti tre volte alla settimana, ma se questo tipo di allenamento dovesse essere doloroso è sicuramente necessario modificare qualcosa. Ad esempio, se le ginocchia o le caviglie sono doloranti, è possibile andare in piscina o fare una passeggiata

L’esercizio fisico può portare qualche disagio. Come rendersi conto quando è meglio cambiare o fare una pausa? A cosa prestare attenzione? Sicuramente è importante sapere che:

  1. gli esercizi di rafforzamento possono talvolta portare a dolori muscolari;
  2. gli esercizi di stretching possono portare a dolori articolari;
  3. nessun tipo di esercizio dovrebbe dar luogo a dolore acuto.
    Se l’esercizio comporta gonfiore o dolore acuto, meglio fermarsi e assicurarsi che lo si stia svolgendo correttamente. Se il disagio persiste per più di un paio d’ore è possibile che l’allenamento sia stato troppo pesante, in questo caso meglio rallentare o ridurre il numero di ripetizioni.

Come trovare un fisioterapista?

I fisioterapisti lavorano sia nel servizio sanitario nazionale sia privatamente. Sono esperti nel trattamento di muscoli e articolazioni. Alcuni reparti o centri possono avere un fisioterapista che abbia un interesse particolare e una conseguente preparazione specialistica per condizioni come l’artrite psoriasica; in questi casi lavorerà a stretto contatto con il reumatologo del centro: se siete in cura presso un centro è possibile chiedere consiglio al vostro medico.
In alternativa, il vostro medico di base è un ottimo punto di riferimento a cui chiedere consiglio su dove e come fissare un appuntamento con un fisioterapista.

Norina Wendy Di Blasio, scientific editor


Fonte
– Psoriasis and Psoriatic Arthritis Alliance (PAPAA) 

Print Friendly, PDF & Email
0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>