Come alleviare lo stress nella figura del caregiver

Prendersi cura di una persona che soffre è spesso appagante, ma non sempre è un compito semplice. Quali sono i segnali a cui un caregiver deve prestare attenzione per la propria salute? Come tutelare il proprio equilibrio? Come prendersi cura di sé, mentre si assiste una persona malata?

La psoriasi e l’artrite psoriasica sono due malattie infiammatorie croniche, che possono essere faticose da affrontare sia per le manifestazioni cutanee e articolari che per le molteplici patologie che ad esse si associano, e per questo possono portare a una diminuzione della qualità della vita dei pazienti e di chi li assiste. Prendersi cura di una persona che soffre non sempre è un compito semplice.

Prendersi cura del caregiver

Spesso chi sta a fianco del malato durante le fase acuta della malattia si trova a ridefinire pesantemente la propria quotidianità e ad annullare ogni spazio di tempo privato. E anche se prendersi cura di una persona amata può essere una delle esperienze più gratificanti nella vita, può anche essere uno dei compiti più impegnativi, soprattutto in termini di salute. Lo stress a cui i caregiver sono sottoposti può causare nel tempo anche problemi di salute: più del 20% dei caregiver riferiscono che la loro salute è peggiorata a causa delle loro responsabilità. Come tutelare il proprio equilibrio? Quali sono i segnali a cui un caregiver deve prestare attenzione per la propria salute? Come prendersi cura di sé mentre si assiste una persona malata? Proviamo a seguire questi pochi semplici consigli.

1. Prestare attenzione ai sintomi che possono indicare stress

Stare accanto ad una persona malata è un compito che può assorbire tutta l’attenzione fino a far perdere di vista la propria salute e il proprio benessere. Ecco quali sono i segni di stress da non sottovalutare nel caregiver:

 Sentirsi sopraffatti o costantemente preoccupati

 Sentirsi stanchi per la maggior parte del tempo

 Dormire troppo o troppo poco

 Ingrassare o dimagrire molto

 Diventare facilmente irritabili o arrabbiati

 Perdere interesse per le attività che prima interessavano molto

 Sentirsi tristi

 Avere frequenti mal di testa, dolore fisico o altri problemi fisici

 Abusare di alcol o farmaci, inclusi farmaci da prescrizione

Accumulare troppo stress, soprattutto per un lungo periodo, può danneggiare la salute. È più probabile, infatti, che si verifichino sintomi di malattie come la depressione o l’ansia. O può capitare di trascurare l’alimentazione, il riposo e l’esercizio fisico, aumentando così il rischio di problemi medici, come le malattie cardiovascolari e il diabete.

2. Fare attenzione alla propria salute

È sicuramente più semplice ed efficace prendersi cura degli altri quando la propria condizione fisica è ottimale; questo permette di essere anche più attrezzati per gestire lo stress. Perciò è molto importante mangiare bene, scegliendo prodotti sani e nutrienti, optando anche per piatti semplici da preparare in poco tempo. Non solo, serve ritagliarsi del tempo per praticare un’attività fisica costante, scegliendo i momenti in cui il carico di assistenza è meno pesante, quando il malato sta riposando, ad esempio facendo esercizi semplici in casa. È importante anche dormire un numero di ore adeguate. Si tratta di piccoli accorgimenti che possono portare un esempio di cambiamento degli stili di vita che può giovare anche al malato.

3. Costruire una rete di supporto

Meglio coinvolgere anche altre persone nel ruolo di accudimento. È importante rendere gli altri partecipi anche se non possono fornire assistenza pratica nella cura, ad esempio chiedendo piccoli aiuti ad altri membri della famiglia, agli amici o ai vicini, che possono supportare nel fare la spesa, nella preparazione dei pasti, nel pagamento delle bollette, nei lavori domestici o negli aspetti burocratici della vita. I servizi di assistenza sanitaria o il medico di base possono fornire preziosi consigli per identificare servizi o figure di supporto sul territorio, ad esempio sono di aiuto spesso nella ricerca di qualcuno che aiuti a fare lavori domestici o di un’infermiera professionale per la somministrazione di farmaci e altre terapie.

4. Prendersi della pause

Quando ci si occupa di qualcuno che ha bisogno di cure e presenza costanti è certo che arriverà un momento in cui si sentirà il bisogno di una pausa. Bastano piccoli accorgimenti che possono fare la differenza, qualche minuto per fare una passeggiata nel parco o una chiacchierata con un amico. Anche cercare strumenti di supporto per se stessi è importante: se lo stress accumulato è molto, è bene ricordarsi che molti ospedali, piani di assistenza sanitaria e organizzazioni religiose offrono gruppi di sostegno per i caregiver; incontrare persone che affrontano le stesse situazioni è un modo per sfogare i propri sentimenti e condividere le idee. Anche i gruppi di online, che non richiedono la partecipazione faccia a faccia, il viaggio o l’organizzazione di un caregiver sostitutivo, possono rappresentare una buona alternativa per alcune persone.

5. Chiedere aiuto ad uno specialista

Anche un confronto con lo specialista che segue il paziente può essere in grado di fornire il supporto e la prospettiva necessari. Il medico sarà sicuramente in grado di rispondere a tutti i dubbi pratici che riguardano la somministrazione della terapia o le aspettative rispetto alla sua gestione. Allo stesso modo la psicoterapia può essere preziosa. Assistere a un membro della famiglia può scatenare una serie di emozioni, tra cui inadeguatezza, rimpianto, senso di colpa e persino risentimento, infatti, in chi svolge il ruolo di caregiver aumenta il rischio di depressione e ansia.

Norina Wendy Di Blasio, scientific editor

Fonte:

Harvard Women’s Health Watch. 4 things you can do to alleviate caregiver stress.

Mayo clinic. Caregiver stress: Tips for taking care of yourself

National Alliance for Caregiving and the Family Caregiver Alliance. 10 Ways to Deal With Caregiver Stress

Print Friendly

TAGS

0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>