Nutrizione e psoriasi: i benefici della dieta mediterranea

Sappiamo che la storia familiare e i fattori di rischio ambientali, come dieta, obesità, fumo, stress e consumo di alcol hanno un ruolo centrale nell’eziologia e nella patogenesi della psoriasi. Inoltre, i fattori dietetici possono influenzare sia la farmacocinetica che la farmacodinamica di alcuni farmaci.

Diversi studi poi hanno esplorato la relazione tra nutrizione e psoriasi, valutando soprattutto il ruolo dei singoli nutrienti sullo sviluppo della malattia. Tuttavia, solo poche ricerche si sono soffermate ad analizzare gli effetti di un modello alimentare sano, come la dieta mediterranea, su questa malattia.

In questo studio, di tipo osservazionale caso-controllo trasversale, pubblicato sul Journal of Translational Medicine, i ricercatori si sono posti l’obiettivo di indagare la relazione tra l’aderenza alla dieta mediterranea, la composizione corporea e la gravità della psoriasi in un gruppo di pazienti naïve con psoriasi.

Sono stati presi in considerazione 72 pazienti (49 maschi e 13 femmine, con età media: 50,2 ± 10,5 anni) affetti da psoriasi da lieve a grave sono stati arruolati consecutivamente e 62 soggetti sani, confrontati per età, sesso e indice di massa corporea (BMI), come gruppo di controllo.

Per valutare l’aderenza alla dieta mediterranea è stato utilizzato il PREDIMED: PREvención con DIeta MEDiterránea, un questionario validato a 14 item. La gravità della psoriasi è stata valutata mediante un punteggio standard per misurare l’area e la gravità dell’indice di psoriasi (PASI) e livelli di proteina C- reattiva (CRP). La composizione corporea è stata analizzata attraverso l’analisi di impedenza bioelettrica (BIA).

Dall’analisi dei dati è emerso che il 30% dei pazienti psoriasici presentava un punteggio PREDIMED inferiore al confronto con il 4,8% del gruppo di controllo. Inoltre, il punteggio PASI, indicativo dell’estensione e della gravità della malattia, era significativamente associato alla percentuale di massa grassa (FM%) e ai livelli di CRP. Infine, il punteggio PASI e i livelli di CRP erano significativamente associati con i componenti alimentari inclusi nel questionario PREDIMED o con il punteggio ottenuto nel PREDIMED.

In particolare, è emerso che i pazienti con psoriasi consumano meno l’olio extra vergine di oliva (EVO), frutta, pesce e noci, mentre consumano più carne rossa rispetto al gruppo di controllo.

All’analisi di regressione multipla, il predittore principale del punteggio PASI era la percentuale di massa grassa tra i parametri BIA e tra misure antropometriche insieme al punteggio PREDIMED. Infine, tra tutti gli item del questionario PREDIMED, il consumo di EVO e di pesce hanno mostrato un valore predittivo indipendente per il punteggio PASI e dai livelli di CRP.

I ricercatori italiani sono tra i primi ad aver provato a valutare l’associazione tra aderenza alla dieta mediterranea e la gravità della psoriasi, individuando una stretta relazione tra un maggior consumo di EVO e una minore gravità della psoriasi.

“Il nostro studio evidenzia l’utilità della valutazione della composizione corporea mediante l’analisi dell’impedenza bioelettrica nella valutazione dei pazienti psoriasici” spiegano i ricercatori. Sono necessarie ulteriori ricerche su campioni di dimensioni maggiori per svelare il ruolo individuale dei nutrienti che compongono la dieta sulla gravità della psoriasi, in particolare per quanto riguarda le proprietà antinfiammatorie naturali di alcuni nutrienti contenuti nell’olio di oliva.

“L’associazione tra la dieta mediterranea e la gravità della psoriasi suggerisce i possibili effetti benefici degli interventi nutrizionali che promuovono un modello alimentare mediterraneo ricco di olio extra vergine di oliva, frutta, verdura, pesce, pollo e cereali integrali, come trattamento adiuvante economico e sicuro per i pazienti psoriasici”, sottolineano gli autori.

Ma non solo questi dati ci dicono che i nutrizionisti potrebbero svolgere un ruolo centrale nella valutazione e nella gestione dei pazienti psoriasici, senza dimenticare che la dieta mediterranea è un modello alimentare sano, associato a un ridotto rischio di malattie metaboliche, cardiovascolari e neoplastiche, che ha dimostrato di fornire un alto grado di protezione anche contro le malattie degenerative croniche.

Norina Di Blasio

Fonte

  • Barrea L, Balato N, Di Somma C, et al. Nutrition and psoriasis: is there any association between the severity of the disease and adherence to the Mediterranean diet? Journal of Translational Medicine 201513:18https://doi.org/10.1186/s12967-014-0372-1
Print Friendly
0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>