Per proteggere la pelle dalla secchezza: il cibo come nutrimento

La pelle – visibilmente stressata, arida e desquamata – richiede alcuni piccoli accorgimenti tali da consentire alla cute di ripristinare le barriere fisiologiche perdute.

Come proteggere la pelle in poche mosse

  1. È indispensabile un’adeguata idratazione cutanea per garantire una certa plasticità ed elasticità alla pelle.
  2. L’alimentazione gioca un ruolo di primo piano sull’aspetto della pelle.
  3. Un adeguato apporto di acqua contribuisce indubbiamente a mantenere una pelle elastica e in ottimo stato.
  4. Per idratare la cute – evitando così la pelle secca – oltre all’acqua è bene garantire all’organismo una giusta quantità di acidi grassi insaturi, proteine e aminoacidi importantissimi per garantire il buon funzionamento delle componenti del derma.

Proteggere la pelle: cibo come nutrimento

Acqua: tutti i vantaggi per la pelle

L’acqua è uno dei regali migliori che potete fare alla vostra pelle per mantenerla in forma. L’acqua mantiene la pelle umida rendendo le piccole imperfezioni e le rughe meno evidenti. Inoltre, aiuta le cellule ad assorbire sostanze nutritive e a eliminare tossine. Aiuta il flusso sanguigno, contribuendo a mantenere la pelle luminosa.
Il consiglio base è quello di bere otto bicchieri di acqua al giorno, tenendo presente che l’acqua contenuta in frutta, verdura, succhi di frutta e latte conta per raggiungere questo quantitativo.

Selenio per la vostra pelle

Questo minerale può aiutare a proteggere la pelle dalle cellule che trattengono i radicali liberi. I radicali liberi sono tra i principali responsabili dei segni di invecchiamento, quali rughe e pelle secca, dei danni ai tessuti e probabilmente di alcune malattie. Sembra, inoltre, che il selenio sia utile nella prevenzione del cancro della pelle. Dove troviamo il selenio? Il selenio è contenuto in noci brasiliane, funghi champignon, gamberetti, agnello e alcuni pesci quali dentice, merluzzo, halibut, tonno e salmone. Ma contengono selenio anche manzo, tacchino, ostriche, sardine, granchi e la pasta integrale.

Il ruolo degli antiossidanti per una pelle sana

Gli antiossidanti sono importanti per rallentare e prevenire i danni da radicali liberi. Li potete trovare in tutti i tipi di alimenti, in particolare, in frutta e verdura colorati, come frutti di bosco, pomodori, albicocche, barbabietole, zucca, spinaci, patate dolci, mandarini, peperoni e fagioli.

Combattere i radicali liberi con il coenzima Q10

Il corpo produce un antiossidante chiave chiamato coenzima Q10 (CoQ10), coinvolto nella produzione di energia e aiuta il lavoro di traspirazione delle cellule. Tuttavia, invecchiando la produzione di questo coenzima subisce un rallentamento. Il CoQ10 è contenuto in pesci come il salmone e il tonno, ma anche nel pollame e in carni di organi come il fegato o nei cereali integrali. I prodotti per la pelle che contengono CoQ10 possono aiutare ad ammorbidire le rughe e gli altri segni di invecchiamento.

Vitamina A per rigenerare la pelle

Per non avere una pelle secca e squamosa, nel carrello della spesa non fatevi mancare una buona scorta di arance, carote, o meloni: ricchissimi di vitamina A. È, inoltre, possibile trovare questa preziosa vitamina, alleata della vostra pelle, in verdure a foglia verde, uova e latticini a basso contenuto di grassi. Se scegliete prodotti per la pelle che contengono la vitamina A sappiate che agiscono attenuando rughe e macchie della pelle.

Vitamina C contro la brutalità del sole

Il sole può essere aggressivo sulla vostra pelle e la vitamina C può sicuramente contribuire a proteggervi. Aiuta, infatti, a contrastare i danni del sole sullo strato di collagene ed elastina che protegge la pelle. Trovate la vitamina C in peperoni rossi, agrumi, papaia, kiwi, broccoli, verdi e cavolini di Bruxelles.

Vitamina E per la salute della pelle

Un altro antiossidante che può contribuire a riparare la pelle dai danni di sole e dell’infiammazione è la vitamina E. La trovate in oli vegetali, noci, semi, olive, spinaci, asparagi e verdure a foglia verde.

Concedetevi qualche grasso “buono”

Omega-3 e omega-6 sono grassi buoni che nutrono la naturale barriera di grasso della vostra pelle, tenendo alla larga secchezza e macchie. Acidi grassi essenziali come questi garantiscono una pelle più liscia e più giovane. Dove trovarli? Sicuramente nell’olio di oliva, nei semi di lino, nelle noci e nei pesci di acqua fredda come salmone, sardine e sgombri.

Gli oli amici della pelle grande

Alcuni oli contengono maggiori quantità di acidi grassi essenziali. Quelli di buona qualità come l’olio extravergine di oliva e l’olio spremuto a freddo sono metabolizzati più semplicemente rispetto ad altri e contengono più sostanze nutritive utili alla vostra pelle e contribuiscono a renderla più luminosa e più sana.

Il potere antiossidante che sta in una tazza

Il tè verde è una vera e propria pozione magica per la vostra pelle: aiuta a rallentare gli stati infiammatori e il danneggiamento del DNA e aiuta a prevenire anche le scottature solari. Il tè verde è contenuto in molti cosmetici, ma perché non andare direttamente alla fonte e berlo in tazza fumante!

Dott.ssa Norina Wendy Di Blasio, scientific editor

Fonte

  • Nutrition.gov
  • MayoClinic.com: “What Are the Best Foods for Healthy Skin?”
  • Report. Dietary Reference Intakes: Water, Potassium, Sodium, Chloride, and Sulfate. Institute of Medicine 2004.
  • National Institutes of Health, Office of Dietary Supplements: “Dietary Supplement Fact Sheet: Selenium,” “Dietary Supplement Fact Sheet: Vitamin E.”
Print Friendly, PDF & Email

TAGS

0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

TERAPIA
Trattamento >>
CONVIVERE CON LA PSORIASI
Artrite psoriasica e impegno oculare >>
DIAGNOSI
Tera >>

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>