Psoriasi e depressione: più a rischio le articolazioni

La psoriasi è una patologia infiammatoria cronica, che accompagna il paziente per tutta la vita spesso associandosi a disagi significativi sul piano sia estetico sia fisico. La psoriasi colpisce prevalentemente la pelle ed è caratterizzata da macchie rosse e squamose che provocano prurito. Ma non solo, la sua natura sistemica espone i pazienti ad aumentato rischio di molte delle principali patologie mediche, prima tra tutte l’artrite psoriasica.  Sappiamo, infatti, che circa l’8,5% dei pazienti affetti da psoriasi ha artrite psoriasica, con manifestazioni della psoriasi sulla pelle alle quali si aggiunge uno stato di infiammazione di tendini, entesi e articolazioni.

Ed è proprio indagando sulle patologie più frequentemente associate alla psoriasi che un team multidisciplinare di ricercatori canadesi dell’Università di Calgary ha scoperto come i pazienti affetti da psoriasi, che hanno sviluppato la depressione come malattia associata, mostrano il 37% di probabilità in più sviluppare successivamente anche l’artrite psoriasica, rispetto ai pazienti affetti da psoriasi che non hanno sviluppato depressione. I risultati di questa ricerca sono stati pubblicati sul Journal of Investigative Dermatology.

Psoriasi, depressione e artrite psoriasica: la ricerca

“Per molti anni, le comunità reumatologia e dermatologia hanno cercato di capire quali pazienti con psoriasi tendessero di più a sviluppare l’artrite psoriasica e come fosse possibile rilevarne la presenza il più presto possibile nel corso della malattia”, ha spiegato il ricercatore che ha guidato questo studio, Cheryl Barnabe, del McCaig Institute for Bone and Joint Health e dell’O’Brien Institute for Public Health, Cumming School of Medicine, presso University of Calgary, ad Alberta in Canada.

È noto quanto la depressione sia comune tra i pazienti con psoriasi. Inoltre, sono in aumento le evidenze dalla letteratura scientifica che dimostrano come il disturbo depressivo maggiore sia associato ad un aumento dell’infiammazione sistemica dell’organismo. A partire da queste solidità scientifiche, il team di ricercatori ha ipotizzato che i pazienti affetti da psoriasi che sviluppano depressione possano essere naturalmente esposti ad un rischio maggiore di sviluppare l’artrite psoriasica.

L’Health Improvement Network (THIN), un database di cartelle cliniche di cure primarie nel Regno Unito, è stato il punto di partenza per identificare oltre 70.000 pazienti con una diagnosi di psoriasi. Poi, valutando i dati di follow-up, sono state identificate le persone che successivamente hanno sviluppato la depressione e quelle che hanno sviluppato l’artrite psoriasica. I pazienti con psoriasi sono stati seguiti fino al compimento dei 25 anni o fino a quando hanno sviluppato l’artrite psoriasica.

L’analisi statistica dei dati e delle correlazioni ha mostrato che i pazienti con psoriasi che hanno sviluppato il disturbo depressivo maggiore mostravano un rischio di sviluppare successivamente artrite psoriasica del 37% più alto al confronto con i pazienti che non avevano depressione, anche dopo aver tenuto conto di numerosi altri fattori di rischio come l’età e l’uso di alcol.

Psoriasi, depressione e artrite psoriasica: il messaggio da portare a casa

Ancora una volta ci troviamo di fronte a dati che mettono in evidenza l’importanza e la necessità per il medico, specialista e di medicina generale, di mettere a fuoco anche i sintomi della depressione nei pazienti che hanno in cura. Curare efficacemente la psoriasi può significare ridurre l’impatto della malattia sul piano psichico. La ricerca prova a fare luce anche sui meccanismi biologici attraverso i quali la depressione aumenta il rischio di sviluppare l’artrite psoriasica: dall’alterazione dell’infiammazione sistemica come conseguenza della depressione al ruolo degli stili di vita, come la pratica di un’attività fisica o l’attenzione alla nutrizione, che generalmente peggiorano in presenza di depressione.

Chi segue un paziente con psoriasi è consapevole del peso psicologico e sociale significativo associato a questa malattia, un peso che spesso si riflette in un aumento dei tassi di depressione. Questi dati riescono però a spostare l’attenzione ai meccanismi biologici alla base della depressione e ad aggiungere un tassello alla comprensione del ruolo che l’infiammazione cronica sistemica gioca in entrambe le manifestazioni fisiche e psicologiche della psoriasi e sottolinea la necessità di una maggiore attenzione ai sintomi di depressione in questo gruppo di pazienti.

C’è una tendenza radicata a vedere la depressione come un problema puramente ‘psicologico’ o ‘emotivo’, ma quando invece si tratta di un disturbo che ha anche effetti fisici e implica cambiamenti nei marker infiammatori e immunitari che sono stati individuati nelle persone depresse“, ha aggiunto Scott Patten, dell’O’Brien Institute for Public Health, Hotchkiss Brain Institute e Mathison Centre for Mental Health Research and Education, della Cumming School of Medicine. “La depressione può essere un fattore di rischio per diverse malattie croniche e questa ricerca è un esempio di come un approccio basato sui big data aiuti a identificare queste associazioni.”

 

Norina Wendy Di Blasio, scientific editor

Print Friendly

2 COMMENTI
Tiziana tagliati
25 settembre 2017

Ho letto la Vs ricerca e la trovo interessantima proprio perché riflette tutti i miei sintomi.Io sono stata già all'inizio dell"eruzione (gomiti) da diversi dermatologi ma nessuno si è mai interessato all'anamnesi (a parte che medicine prende) quindi come fare per trovare medico giusto? Ora che sono anche depressa? L'unica cosa che faccio è quella di mangiare normalmente.Sono preoccupata per la mia famiglia che mi vede sempre più disinteressata a qualunque cosa mi giri intorno. Grazie se mi leggerete e consiglierete.

RISPONDI >>
    Redazione
    3 ottobre 2017

    Ciao Tiziana, apprezziamo le storie e i racconti di tutti coloro che desiderano unirsi alla community, condividendo le loro esperienze di vita quotidiana e di approccio alla malattia. Come sai, è di fondamentale importanza gestire lo stress; ognuno di noi reagisce in modo diverso allo stress percepito e ciascuno di noi ha delle strategie diverse per vincerlo. Probabilmente non sei l’unica e condividere la tua esperienza farà sentire gli altri meno soli. Grazie per averci raccontato la tua storia. Qualora tu lo volessi, puoi consultare i nostri esperti per porre dubbi specifici che riguardano la tua malattia, in modo da cercare supporto. Attraverso L’Esperto Risponde https://psoriasi360.it/esperto-risponde/ o cercando il centro più vicino: http://www.psoriasi360.it/centri-cura/ Un caro saluto. 

    RISPONDI >>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>