Psoriasi e gravidanza: prima, durante, dopo

Psoriasi e gravidanza

Prima del concepimento

La psoriasi è una malattia autoimmune di origine genetica. Anche se i ricercatori non sono riusciti a chiarire completamente come la psoriasi passi da una generazione all’altra, il modello di ereditarietà sembra coinvolgere più geni o combinazioni di diversi geni. Uno degli obiettivi della ricerca attuale è proprio quello di individuare quali siano i geni o le combinazioni di geni coinvolti nella patogenesi della psoriasi.
Circa una persona su tre con psoriasi dichiara di avere un parente che soffre o ha sofferto di psoriasi. Di fronte a questi numeri, una domanda che facilmente rimbalza nella mente di molte donne affette da psoriasi prima di concepire un figlio è “Che rischio ha mio figlio di soffrire della malattia?”

Proviamo a rispondere con i dati della National Psoriasis Foundation:

  • se uno dei 2 genitori ha la psoriasi, il rischio per il nascituro di soffrire in futuro di questa malattia è pari al 10 per cento.
  • Se entrambi i genitori ne soffrono, rischio sale al 50 per cento.

Ma tornando all’ereditarietà, studi su gemelli identici con psoriasi hanno dimostrato che la psoriasi è almeno in parte genetica. Ma questi stessi studi depongono anche in favore della complessità di questa malattia: in circa un terzo dei gemelli identici in cui la psoriasi è presente, infatti, solo un gemello presenta la malattia. Un dato questo che sembra mostrare come anche i fattori ambientali o quelli scatenanti giochino un ruolo nello sviluppo della psoriasi. La teoria che la psoriasi sia attivata da una combinazione di geni e fattori esterni è nota come teoria della “ereditarietà multifattoriale.”

La scoperta dei geni responsabili nella patogenesi della psoriasi, permetterà sicuramente di comprendere meglio il modello di ereditarietà che ne è alla base.

Psoriasi e gravidanza: l’attesa

Come si comporta la psoriasi durante la gravidanza? Secondo Abby Van Voorhees, professore associato di dermatologia presso la University of Pennsylvania e membro della commissione medica della National Psoriasis Foundation: “Circa il 50 per cento delle donne ha un’esperienza di miglioramento della malattia psoriasica durante la gravidanza. Circa il 25 per cento delle donne non riscontra alcun cambiamento nella malattia e un altro 25 per cento circa si sente peggio”.
Cosa c’entrano i cambiamenti ormonali prima, durante e dopo la gravidanza con la psoriasi?  Di questo tra l’altro abbiamo parlato nell’articolo  Psoriasi in gravidanza: il ruolo degli ormoni  da cui emerge che “per tutta la gestazione fino al periodo che precede il parto, nella donna aumentano costantemente i livelli di estrogeni e di progesterone. Il ruolo degli estrogeni sembrerebbe esplicarsi in un’azione sia immunosoppressiva sia immunostimolante, che favorirebbe uno stato di tolleranza immunitaria. Altri dati mostrano il ruolo potenziale degli ormoni sessuali nella eziologia della psoriasi, e di conseguenza la gravidanza, uno stato di immuno-modulazione naturale, è associata ad una riduzione o esacerbazione di diverse malattie infiammatorie, tra cui la psoriasi”.
Infine, in questa intervista video, Antonio Costanzo, Professore Associato di Dermatologia e Direttore UOC Dermatologia presso la “Sapienza” Università di Roma, mette in luce come la gravidanza sia un momento particolare per la psoriasi. Ma non solo, completa la fotografia sul tema Psoriasi e gravidanza chiarendo anche quali siano i fattori scatenanti nei bambini, come riconoscere e diagnosticare la malattia e come gestirla al meglio nei bambini.

 

Norina Wendy Di Blasio, scientific editor

Fonte
– National Psoriasis Foundation

 

Print Friendly
0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>