gestione terapia dell’artrite psoriasica nell’ambito lavorativo

Domanda

Salve sono affetta da psoriasi palmo-plantare con assicurata artrite psoriasica ,ho tutti i segni della patologia tra riguditá dolori articolari gonfiori e difficoltà nel camminare dovuta alla psoriasi plantare in forma morbosa ,sono infermiera che lavora in endoscopia digestiva,chiede; sto iniziando la terapia immuni soppressiva ,volevo sapere come gestire la mia criticitá lavorativa ,dovrò essere esaminata dal medico della medicina del lavoro ,vi chiedo posso chiedere di essere allontanata da lavoro x il periodo di trattamento? Dal mio ente pubblico ? ,in attesa di una gradita risposta cordialmente saluto

Print Friendly

Risposta

Gentile Rosy, la terapia immunosoppressiva per la cura dell'artrite psoriasica può abbassare le difese immunitarie. Tuttavia questo non implica la modifica dello stile di vita, nel senso che i pazientio non devono seguire strettamente delle precauzioni particolari, si consiglia generalmente di seguire le normali norme igieniche dettate dal buon senso. Nel caso in cui il paziente vada incontro ad infezioni durante il periodo di assunzione della terapia di fondo per l'artrite, si consiglia la sospensione temporanea della terapia che va ripresa ad avvenuta guarigione, dopo risoluzione del fatto acuto. Il trattamento per l'artrite è una terapia lunga cronica perchè si tratta di curare una forma di malattia articolare cronica, per cui è improponibile l'allontanamento dall'ambiente lavorativo. Molti pazienti che lavorano nell'ambito sanitario svolgono le loro attività senza particolari limitazioni. Cordiali saluti Cronico..-.


Dott.ssa Mariagrazia Lorenzin
Specialista in Reumatologia
Università degli Studi di Padova

TAGS

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>