terapia in spondiloartrite psoriasica

Domanda

Buongiorno mi chiamo Piangerelli Simonetta e ho 53 anni. a inizio 2015, accusando dolori gravi alle anche, alle gambe e insensibilità alla pianta del piede ho iniziato a consultare vari medici.
il 17/03/2015 mi viene diagnosticata FIBROMIALGIA E PSORIASI, la cura è [….].
il 23/9/2015 mi viene diagnosticata SPONDILOARTRITE PSORIASICA la cura è […cortisonico…] e […anticoxib2…] da prendere a giorni alterni.
il 14/10/2015 non avendo avuto risultati con la precedente prescrizione la cura viene cambiata con
[…farmaco di fondo cDMARD… 2 CP dopo colazione e 2 CP dopo cena 1 volta a settimana – …cortisonico…1 cp per quattro giorni a settimana – supplementazione vitamina D una fiala da bere una volta al mese…..].Non avendo avuto nessuna risposta da questi farmaci, mi sono rivolta alla ALMAR presso l’Ospedale San Camillo di Roma che dopo vari accertamenti (analisi, TAC , RMN) e a Luglio di quest’anno ho iniziato la somministrazione di […biologico antiTNFalpha….] penne preriempite ogni due settimane. Oggi faccio l’ottava dose e ad oggi non ho riscontrato nessun beneficio. ho chiamato il reumatologo che mi segue chiedendogli se fosse normale che dopo quattro mesi non avessi notato un minimo miglioramento e la risposta è stata che dopo quattro mesi il miglioramento ci sarebbe dovuto essere, che oltre al[…farmaco biologico,…] lui non sa proprio cosa darmi e che sicuramente c’è qualche altra problematica oltre
la SPONDILOARTRITE. Il tutto è rimandato a fine Novembre quando avrò il controllo.
Sono disperata non so più cosa devo fare e soprattutto stò male.
Aspetto con ansia la Vostra risposta.
Grazie mille e saluti

Print Friendly

Risposta

Gentile signora Simonetta, il percorso terapeutico intrapreso per la cura della spondiloartrite psoriasica è corretto e rispetta le linee guida. Si inizia con antinfiammatori e cortisone, se non c'è adeguato controllo della attività dell'artrite e del dolore si passa ai farmaci di fondo (cDMARDS), se non c'è adeguata risposta anche con i cDMARDS si apssa ai biologici. E' importante in questa situazione valutare bene se vi è attività dell'artrite, perchè talvolta i dolori hanno causa molteplice. Il dolore può essere di natura infiammatoria, ma può avere anche cause degenerative, neurologiche o posturali o centrali. In questi ultimi casi le terapie sono diverse. Al prossimo controllo a novrembre il reumatologo curante vedrà che farà il punto della situazione e le saprà dare una risposta. Distinti saluti.


Dott.ssa Mariagrazia Lorenzin
Specialista in Reumatologia
Università degli Studi di Padova

TAGS

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>