Decorso dell’artrite psoriasica

Domanda

Buona sera
Ho 48 anni e l’anno scorso tramite biopsia mi hanno diagnosticato psoriasi e dermatite spongiotica. Ho provato trattamenti topici senza risultato, così come per la fototerapia.
Ora sopra l’indice ho una specie di rigonfiamento. L’ortopedico sospettava una artropatia psoriasica, ho fatto degli esami del sangue che sono normali. Mi ha visto un reumatologo e prima di farmi cominciare con farmaci mi ha prescritto una scintigrafia total body.
Ora comincio a spaventarmi per le conseguenze di questa cosa, mi spaventa la possibilità che sia invalidante se verrà confermato il sospetto di artrite psoriasica.
La ringrazio

Print Friendly, PDF & Email

Risposta

Gentile Utente, vorrei cercare di tranquillizzarla. Innanzitutto ogni paziente ha una storia a sè, alcuni hanno forme severe e refrattarie, altri hanno forme poco espresse con sintomi più modesti ed anche i danni sono minori (in tali casi quindi la disabilità è minore). Accanto a questo bisogna considerare i passi avanti fatti dalle terapie per l'artrite negli ultimi vent'anni con diversi nuovi farmaci che hanno la capacità di fermare o rallentare il decorso della malattia. Ci sono ancora, purtroppo, pazienti con forme resistenti a questi nuovi farmaci ma sono molti meno del passato e la ricerca di nuove terapie è sempre in moto. Una parte essenziale è la presa in carico della terapia da parte di un reumatologo che la segua nel tempo, sappia cogliere i segni della malattia e gestire di conseguenza la terapia, e dall'altra parte la costanza del paziente con controlli e terapie. Se oltre all'artrite ha anche la psoriasi le scelte terapeutiche sarebbe bene fossero concordate tra il suo dermatologo e il suo reumatologo di fiducia. Un cordiale saluto


L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>