Obiettivi della terapia dell’artrite psoriasica

Domanda

Buongiorno dottore, mi è stata diagnosticata da poco una forma di artrite psoriasica. Ho forte familiarità con psoriasi cutanea (padre). Ho 55 anni. Noto leggerissimo miglioramento dei dolori articolari (polsi e piccole articolazioni mani) dopo l’avvio di una terapia mirata. Le chiedo, la malattia potrebbe regredire/ migliorare?

Print Friendly, PDF & Email

Risposta

Buongiorno, l'obiettivo primario della terapia in ciascun paziente affetto da artrite psoriasica è la remissione clinica, laboratoristica e strumentale. In particolare noi medici ci aspettiamo che le articolazioni e i tendini colpiti dalla patologia non siano più tumefatti e caldi, che gli esami di laboratorio risultino nella norma e che non vivano segni di progressione radiografica. Voi pazienti vi aspettate anche la scomparsa del dolore, della rigidità mattutina e della spossatezza che la patologia spesso prevede. Si tratta di obiettivi spesso raggiungibili. Non è detto che il primo trattamento farmacologico consenta di centrare l'obiettivo remissione; in questo caso sarà necessario proporre trattamenti farmacologici diversi, in aggiunta o in sostituzione al precedente. Bisogna comunque ricordare che esiste una latenza di 1-3 mesi (a seconda del trattamento proposto) prima che il farmaco possa esprimere tutta la sua potenzialità. Cordiali saluti.


L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>