Artrite psoriasica: per una diagnosi tempestiva

La diagnosi di artrite psoriasica nei 12 mesi dalla comparsa del primo episodio articolare permette di identificare la prima forma di malattia definita come “artrite psoriasica precoce”. Il riconoscimento della patologia in questa fase porta a risultati migliori perché permette un intervento terapeutico sulla patologia prima che il danno articolare sia presente o si aggravi.

Artrite psoriasica precoce

I dati della ricerca

Uno studio pubblicato sulla rivista Springerplus ha provato ad identificare gli specifici segni clinici e/o di laboratorio che potrebbero essere utili per la diagnosi di artrite psoriasica in uno stadio precoce della malattia.

Sono stati osservati trentacinque pazienti con un’insorgenza precoce di artrite. Per ogni paziente sono stati raccolti i seguenti dati: storia della famiglia e storia personale, esami fisici, presenza e numero di articolazioni doloranti e gonfie, numero di zone gonfie in presenza di enterite (un’infiammazione che colpisce l’inserzione di un muscolo su un osso), presenza di dattilite e mal di schiena, ed esami di laboratorio.

Tra i 35 pazienti osservati in totale, 24 mostravano psoriasi che aveva colpito la pelle o le unghie o una storia familiare di psoriasi. I rimanenti 11 pazienti mostravano assenza di psoriasi concomitante o precedente e/o la familiarità per la psoriasi. Dal confronto tra i due gruppi è emerso che nei pazienti con psoriasi si riscontrava una significativa presenza di sontomi specifici quali mal di schiena, dattilite e entesite.

Come fare diagnosi prima?

Lo studio conferma una dato ormai noto alla comunità medica: la presenza di psoriasi è una dato clinico che può deporre in favore di un’artrite psoriasica, e aggiunge che questo è vero soprattutto se la psoriasi si verifica in presenza di altri sintomi specifici quali mal di schiena, dattilite e enterite. Una sintomatologia che può avere un ruolo rilevante nella identificazione precoce dell’artite psoriasica in quei pazienti che hanno già una storia di malattia.

Dalla ricerca emerge, inoltre, un altro dato interessante: nella fase iniziale della artrite psoriasica, contrariamente a quanto accade nelle altre forme di artrite precoce, si osservano pochi sintomi legati alla presenza di articolazioni doloranti e gonfie. Si tratta di dati fondamentali per la pratica clinica, che potrebbero essere per lo più utili quando la psoriasi non viene rilevata o il suo esordio segue quello dell’artrite e in assenza di positività familiare, tutte condizioni che possono rendere più difficile e tardiva la diagnosi di artrite psoriasica.

Una lezione da portare a casa

Un’attenta anamnesi, l’esame clinico e le indagini di laboratorio di primo livello sono utili per caratterizzare le fasi precoci di artrite psoriasica, permettendo così al medico reumatologo di impostare un piano terapeutico che permetta un intervento tempestivo prima che si verifichi un danno articolare o prima che questo si aggravi.

Norina Wendy Di Blasio, scientific editor

Fonte:

  • Caso F, Costa L, Atteno M, et al. Simple clinical indicators for early psoriatic arthritis detection. Springerplus 2014;3:759. doi: 10.1186/2193-1801-3-759. eCollection 2014.
Print Friendly, PDF & Email
0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>