Dalle linee guida NICE l’invito a non sottovalutare la psoriasi

Il National Institute for Health and Clinical Excellence (NICE), organizzazione indipendente britannica che si occupa di stilare linee guida nazionali (nell’ambito della sanità pubblica, delle tecnologie sanitarie e di pratica clinica) e di promuovere salute e prevenzione, nel suo primo documento ufficiale concernente valutazione e gestione della psoriasi, ha invitato il personale sanitario e, in particolare, i medici di base, a non sottovalutare la malattia e a considerarne anche i risvolti psicologici e sociali.

Già durante il primo incontro, all’atto di prescrivere una visita specialistica, i medici di base dovrebbero indagare sulla qualità di vita del paziente così come dovrebbe controllare, in seguito, la risposta al trattamento, si legge nel documento.

Una patologia cronica come la psoriasi può infatti indurre sentimenti negativi quali scarsa autostima, vergogna, ansia, depressione e, secondo il NICE, troppo spesso questi aspetti vengono trascurati dal medico. Basti pensare, spiegano gli esperti, che circa un terzo dei soggetti affetti da psoriasi presenta livelli di ansia e depressione clinicamente significativi.

La condizione può inoltre influire sulla vita di relazione e sullo svolgimento di attività fisiche e lavorative ed è per questo che i medici dovrebbero accrescere la propria consapevolezza sugli aspetti psico-sociali della patologia.

Nelle nuove linee guida il NICE raccomanda inoltre che ogni paziente affetto da psoriasi venga sottoposto annualmente a controlli per individuare eventuali sintomi di artrite psoriasica con particolare attenzione ai primi dieci anni dall’esordio della malattia perché è proprio in questo lasso di tempo che l’artrite solitamente si presenta. Una diagnosi precoce è infatti fondamentale per un approccio terapeutico tempestivo.

Catherine Smith, dermatologa cha ha preso parte alla stesura delle linee guida NICE afferma: “La psoriasi non è semplicemente una malattia della pelle. L’impatto sulla vita quotidiana può essere notevole, con implicazioni di carattere funzionale, psicologico e sociale. E’ di vitale importanza, quindi, che medici di base e specialisti adottino un approccio multidisciplinare senza fermarsi ai soli aspetti dermatologici.”

Dott.ssa Stefania Mengoni, scientific editor
Fonte:
NICE Psoriasis Guidelines 2012

Print Friendly, PDF & Email
0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>