Disparità e psoriasi: meno visite per le minoranze etniche

Nonostante la malattia possa essere più grave e invalidante in questi pazienti, una recente ricerca, pubblicata sul Journal of American Academy of Dermatology, mostra come le minoranze etniche abbiano meno probabilità rispetto ai bianchi americani di consultare un medico per il trattamento della psoriasi.

I ricercatori della Perelman School of Medicine dell’University of Pennsylvania hanno scoperto che le minoranze nere, asiatiche e non ispaniche hanno circa il 40% in meno di probabilità di vedere un dermatologo per la diagnosi e la cura della psoriasi rispetto ai caucasici. Inoltre, stando ai risultati, nei pazienti bianchi il numero di appuntamenti con il dermatologo per la psoriasi è in media il doppio rispetto alle minoranze non ispaniche.

Sappiamo che la psoriasi è una malattia infiammatoria cronica che fa sì che le cellule della pelle si moltiplichino più velocemente del normale, generando così chiazze rosse in rilievo sulla pelle, ricoperte di scaglie argentee. Le chiazze compaiono spesso in modo simmetrico sul cuoio capelluto, sulle ginocchia e sui gomiti, ma possono apparire in qualsiasi parte del corpo, inclusi il volto, i genitali, le unghie, etc. E, anche per via della visibilità che hanno i suoi segni, la malattia ha effetti profondi sulla qualità della vita sia sul piano delle emozioni sia su un piano squisitamente legato alla salute. Chi soffre di psoriasi, da moderata a grave, infatti vede aumentato il suo rischio di infarto, ictus e morte prematura.

Per quanto la psoriasi sia meno comune tra le minoranze, studi precedenti hanno dimostrato che in questi gruppi di pazienti la malattia può essere più grave”, ha spiegato Junko Takeshita, autore della ricerca e assistente professore di Dermatologia ed Epidemiologia alla University of Pennsylvania. “Ma, nonostante ciò, le minoranze hanno meno probabilità di vedere un dermatologo per ricever cure adeguate”.

I ricercatori hanno analizzato dati del Medical Expenditure Panel Survey, la più completa fonte di dati sanitari attualmente disponibili, sui costi e sulla copertura assicurativa negli Stati Uniti. Tutte le informazioni sono auto-compilate o riportate dal caregiver sulla base di una serie di interviste, ed è pensato per essere rappresentativo della popolazione generale. Il team ha utilizzato informazioni dal 2001 al 2013 e ha identificato 842 persone con psoriasi per rappresentare la popolazione americana.

Dall’analisi dei risultati è emerso che in media il 50,8% dei bianchi ha incontrato un dermatologo per la sua psoriasi, rispetto al solo 38,3% nelle minoranze non ispaniche, che includono neri, asiatici, nativi hawaiani e delle isole del Pacifico e altri. Tra gli ispanici, il 46,7 per cento ha visto un dermatologo per la gestione e la presa in carico della psoriasi. Oltre alla frequenza con cui hanno effettuato visite dermatologiche, i caucasici hanno anche effettuato mediamente circa il doppio di visite mediche in generale. I ricercatori hanno riscontrato che i bianchi presentavano una media di 2,69 visite all’anno, rispetto ad 1,87 per gli ispanici e a 1,30 per le minoranze non ispaniche. In altre parole, questo equivale a oltre 3 milioni di visite all’anno in meno per la psoriasi tra le minoranze razziali non ispaniche rispetto ai bianchi.

“Se si combinano i risultati del nostro studio con la consapevolezza che la gravità della psoriasi e l’impatto sulla qualità della vita sono maggiori tra le minoranze, è più facile mettere a fuoco le differenze razziali che esistono nella cura della psoriasi”, ha aggiunto Takeshita, consapevole che sarebbero necessarie ulteriori ricerche per capire cosa potrebbe contribuire a determinare queste disparità e se il divario nell’assistenza medica contribuisca direttamente all’aumento della gravità della malattia tra le minoranze. “Aumentare la consapevolezza di queste disparità è il primo passo per cercare di fornire un’assistenza equa e migliorare i risultati di salute per tutti gli individui che soffrono di psoriasi”, ha concluso Takeshita.

Norina Wendy Di Blasio, scientific editor

Fonte

– Fischer AH, Shin DB, Gelfand JM, Takeshita J. Health care utilization for psoriasis in the United States differs by race: An analysis of the 2001-2013 Medical Expenditure Panel Surveys. Journal of the American Academy of Dermatology 2018; 78 (1): 200-203 https://doi.org/10.1016/j.jaad.2017.07.052

– News Release. Racial Minorities Less Likely to See a Doctor for Psoriasis. Pennmedicine.org, 13.12.2017 https://www.pennmedicine.org/news/news-releases/2017/december/racial- minorities-less-likely-to-see-a-doctor-for-psoriasis

 

Print Friendly
0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>