In forma per il nuovo anno

L’alimentazione di Natale non sarebbe un problema se le feste fossero limitate al 24-25 dicembre e al Capodanno, magari con l’aggiunta di un ulteriore pasto alla Befana. Accade invece che pranzi e cene si protraggano nell’arco di almeno quindici giorni, senza contare che, anche grazie ad un’accorta campagna pubblicitaria, panettone e pandoro cominciano ad apparire sulla tavola già ai primi di dicembre e ci restano spesso per tutto il mese di gennaio, fino ad esaurimento delle “scorte”.

In effetti stime pessimistiche affermano che durante le festività natalizie si può ingrassare anche di 5 chili, ma per giungere a tanto in realtà occorrerebbe ingerire per quindici giorni il doppio delle normali calorie senza fare nemmeno una passeggiata. Scartando dunque ipotesi poco credibili, è utile riassumere poche regole d’oro che ci permettano di “compensare” facilmente gli stravizi delle feste.

Per evitare l’aumento di peso è importante tenere a mente che è possibile mangiare liberamente i piatti e i dolci della tradizione nei giorni comandati osservando, però, negli altri giorni alcune piccole regole “di recupero” per tornare in forma.

Nell’arco dei quindici giorni potremo dunque concederci una serie di pasti “liberi” (fino a dieci) stando poi attenti ad osservare negli altri giorni una dieta che includa essenzialmente verdura cruda e cotta (minestrone, insalata, verdure miste grigliate) associata ad una serie di secondi piatti a rotazione (carne, pesce, uova, affettati tipo prosciutto crudo o bresaola) e che eviti il più possibile i primi piatti (pane, pasta, riso, ma anche patate e cereali).

Se comunque si è preso qualche chilo durante le feste, basteranno alcuni semplici accorgimenti per ritornare in tempi ragionevoli al peso precedente.

Per perdere un chilo in circa 15 giorni, basterà ad esempio:

  • sostituire il latte intero della colazione con il latte parzialmente scremato;
  • bere il caffè senza zucchero e macchiarlo con un po’ di latte;
  • seguire una dieta prevalentemente proteica a base di pesce, carne magra o prosciutto crudo sgrassato abbinati a verdure.

Queste poche regole alimentari, se seguite con attenzione e regolarità,  vi metteranno al riparo da grosse sorprese sulla bilancia!

Altro, imprescindibile, imperativo è fare più movimento: cercate quindi di iniziare il nuovo anno trovando un po’ di tempo per voi, non rinunciate ad andare in palestra, fate un bel giro in bicicletta e, soprattutto, “camminate”.
In questo caso tenete comunque presente che,per ottenere dei risultati soddisfacenti l’andatura deve essere sostenuta e la passeggiata deve “durare” almeno trenta minuti. Naturalmente tempi maggiori  si rendono necessari qualora si debba perdere peso: in questi casi il tempo da dedicare quotidianamente all’attività fisica dovrebbe aumentare di circa il 50 per cento (almeno un’ora per 5 giorni a settimana).

Non vi troverete, così, ad affrontare il nuovo anno “fuori forma”.

Dott.ssa Stefania Mengoni, Scientific Editor

Fonte: Del Toma E. La dieta si fa contando i passi. Seconda edizione. Roma: Il Pensiero Scientifico Editore, 2012.

Print Friendly, PDF & Email
0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>