Ipertensione? Attenzione alla psoriasi

Ipertensione e psoriasi: quale relazione?

È noto che la psoriasi e l’ipertensione possono aumentare il rischio di malattie cardiovascolari e che i soggetti con psoriasi hanno maggiori probabilità di avere ipertensione. Ed è ragionevole dedurre che l’ipertensione possa anche essere associata allo sviluppo della psoriasi.
Inoltre, alcuni farmaci utilizzati per stabilizzare i valori della pressione nei soggetti ipertesi, in particolare i beta-bloccanti, si associano con l’esordio della malattia psoriasica. Tuttavia, la relazione tra l’aumento del rischio di psoriasi e una storia di ipertensione e relativo uso di farmaci antipertensivi non è mai stata valutata utilizzando dati prospettici: ha provato a colmare questa lacuna uno studio prospettico di coorte pubblicato sulla rivista Jama Dermatology.

La psoriasi in donne con ipertensione: i dati

Il dottor Shaowei Wu della Brown University di Providence e i colleghi hanno realizzato uno studio prospettico osservando una coorte di 77.728 donne del Nurses’ Health Study dal giugno 1996 al giugno del 2008. Le donne hanno fornito i dati sull’ipertensione e l’uso di farmaci antipertensivi ogni due anni e lo studio ha misurato l’esordio e la diagnosi di psoriasi come esito principale. Nel corso del lungo follow-up sono stati riscontrati 843 casi di psoriasi.

In particolare, è stato possibile osservare che, rispetto alle donne normotese, le pazienti con un’ipertensione della durata di 6 anni o più hanno mostrato un più alto rischio di sviluppare la psoriasi. Inoltre, i ricercatori hanno riscontrato: “un più alto rischio di psoriasi tra le donne ipertese non in terapia e tra le ipertese in terapia antipertensiva al confronto con le donne normotese e non in terapia”. Analizzando nel dettaglio i singoli farmaci in uso per la cura dell’ipertensione, i beta-bloccanti sono emersi come gli unici farmaci associati con lo sviluppo della psoriasi, in particolare in donne che assumono questi farmaci da almeno 6 anni. Di contro, nessuna delle altre terapie utilizzate per il trattamento dell’ipertensione è risultata associata ad un aumento del rischio di psoriasi.

La psoriasi in donne con ipertensione: il parere degli esperti

“Nella pratica clinica quotidiana può rendersi necessaria una particolare attenzione allo screening della psoriasi in pazienti con ipertensione di lunga durata e relativo uso di farmaci antipertensivi “, scrivono gli autori. “Questi dati forniscono nuove conoscenze sull’associazione tra l’ipertensione, l’uso di farmaci antipertensivi e la psoriasi. Tuttavia, è necessario un ulteriore lavoro per confermare i risultati e chiarire i meccanismi biologici che sono alla base di queste associazioni”.

Al solito, anche gli stili di vita contano. “Le donne ipertese sono tendenzialmente più anziane, tendono ad avere indici di massa corporea più alti e tassi di prevalenza proporzionalmente più elevati di malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2 ed ipercolesterolemia; oltre ad essere meno attive fisicamente rispetto a quelle non ipertese”, hanno precisato i ricercatori. Da raccomandare una maggiore attenzione all’esercizio fisico quotidiano e all’alimentazione.

No al fai da te: rivolgersi sempre al medico. Emerge che le donne con una storia lunga (di 6 anni o più) di ipertensione e in terapia regolare da 6 anni o più con beta-bloccanti per il trattamento dell’ipertensione possono vedere aumentato il loro rischio di sviluppare psoriasi, rispetto alle donne con valori pressori normali. Di conseguenza, se queste pazienti dovessero osservare un esordio o un peggioramento dei sintomi della psoriasi devono parlarne con il proprio medico di base o cardiologo in modo da valutare attentamente il rapporto rischi-benefici che deriverebbe da un’eventuale cambiamento nella terapia per l’ipertensione.

È necessario individuare i farmaci che peggiorano la psoriasi

“Esiste un gap cruciale nell’identificazione delle cause che determinano l’esordio della psoriasi, in particolare quando la causa è legata all’uso di farmaci,” ha spiegato la dottoressa April Armstrong, della University of Colorado nell’editoriale di commento allo studio. “Non tutti i medici riescono a valutare il ruolo che può aver avuto un farmaco nell’esordio della psoriasi. Tuttavia, un’attenta considerazione del ruolo dei farmaci nella malattia e nel peggioramento dei suoi sintomi potrebbe garantire un migliore controllo della psoriasi nel lungo periodo.”

Secondo la Armstrong, in prospettiva si rende necessario: “un attento riesame dell’elenco dei farmaci in uso dai pazienti, con particolare attenzione a quei farmaci per i quali sono disponibili evidenze forti sul ruolo che hanno nel contribuire all’esacerbazione psoriasi “. Tra questi un’attenzione particolare meritano i beta-bloccanti, il litio, gli antimalarici. È inoltre molto importante per i dermatologi: ” conoscere i farmaci che mostrano periodi di latenza che vanno oltre le tipiche 2-4 settimane e informarsi sull’eventuale uso di questi farmaci noti per lunghi periodi di latenza.

Serve anche un maggiore dialogo tra i diversi specialisti che hanno in cura i pazienti: “Se i dermatologi raccomandano di interrompere l’uso di un farmaco, è necessario che si coordino con i medici e gli altri operatori sanitari per garantire che al paziente siano offerti trattamenti alternativi appropriati. ”

Dott.ssa Norina Wendy Di Blasio, scientific editor

Fonte

  1. Wu S, Han J, WQ Li, Qureshi AA. Hypertension, Antihypertensive Medication Use, and Risk of Psoriasis. JAMA Dermatol 2014 Jul 02; doi:10.1001/jamadermatol.2013.9957
  2. Armstrong AW. Psoriasis Provoked or Exacerbated by Medications Identifying Culprit Drugs JAMA Dermatol. Published online July 02, 2014. doi:10.1001/jamadermatol.2014.1019
Print Friendly, PDF & Email

TAGS

0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>