Perdere peso, non solo per la salute della pelle

 
Perdere peso, non solo per la salute della pelle

La perdita di peso può alleviare i sintomi della psoriasi e migliorare la qualità della vita, è una conferma che emerge da uno studio che ha osservato pazienti obesi con psoriasi che hanno perso quantità significative di peso e mantenuto la forma fisica guadagnata.

Ma vediamo da vicino i dati: i ricercatori danesi hanno riscontrato che le persone obese con psoriasi che sono riuscite a perdere dal 10 per cento al 15 per cento del loro peso hanno sperimentato un miglioramento significativo e duraturo riguardo i loro sintomi di malattia.
Nel dettaglio, lo studio ha osservato 56 pazienti che hanno partecipato ad un programma per perdere peso della durata di 64 settimane. Skov e colleghi hanno poi seguito per altre 48 settimane i pazienti che hanno seguito una dieta di mantenimento. La sintomatologia e la malattia nei pazienti è stata valutata usando lo Psoriasis Area Severity Index e il Dermatology Life Quality Index.

Il peso medio all’inizio dello studio era di circa 105 kg. Poi i 32 pazienti che hanno completato lo studio hanno perso una media di 15 kg in 16 settimane; il momento della ricerca in cui i pazienti hanno mostrato punteggi migliori nei sintomi per entrambi i test. Dopo 46 settimane, la perdita di peso è restata mediamente di circa meno 10 kg rispetto all’inizio ed i pazienti hanno mantenuto i miglioramenti nei sintomi della psoriasi e nella qualità della vita.

Perdere peso per la salute di pelle e cuore

Sappiamo che la psoriasi non è una condizione che riguarda solo la pelle e aumentare di peso significa anche sottoporre a maggiore stress i principali organi e causare effetti a cascata che portano ai sintomi della psoriasi, innescando un circolo vizioso di stress e peggioramento della malattia. È importante inoltre ricordare che gli stessi alimenti che fanno aumentare di peso possono peggiorare l’infiammazione, e, dal momento che lo stress, può rendere le persone più propense a mangiare questo può favorire lo scatenarsi della psoriasi.
“Sappiamo che il peso e la psoriasi, sia insieme sia in modo indipendente, aumentano il rischio di ipertensione, malattie cardiache e diabete”, ha spiegato Doris Day, dermatologa presso il Lenox Hill Hospital a New York City. “E che la psoriasi è una malattia infiammatoria – non solo una condizione dellapelle – che può colpire qualsiasi organo”. “Inoltre”, ha aggiunto il dottor Lone Skov, ricercatore a capo dello studio, “Sappiamo che la psoriasi è una malattia su base genetica e se da una parte è impossibile “modificare” la genetica, dall’altra possiamo però tenere sotto controllo tanti altri aspetti come la dieta”. E se trattandosi di una malattia genetica, sappiamo che non è possibile ‘controllare’ la genetica, ricordiamo gli autori ricordano che è sempre possibile tenere sotto controllo altre cose come la dieta, il peso e il livello di attività fisica. Ovvero è possibile mettere in atto strategie di prevenzione che si traducono nel miglioramento della propria salute generale oltre ad avere un impatto positivo sulla psoriasi.  Per questo, come ha sottolineato Skov: “I medici devono parlare ai loro pazienti che soffrono di psoriasi dell’associazione tra l’obesità e la psoriasi e, nei pazienti obesi, consigliare la perdita di peso”.

Norina Wendy Di Blasio, scientific editor

Fonte

Jensen P, et al. Long-term effects of weight reduction on the severity of psoriasis in a cohort derived from a randomized trial: a prospective observational follow-up study. American Journal of Clinical Nutrition (2016). DOI: 10.3945/ajcn.115.125849


Scrivi un commento

*

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per inviarti pubblicitá in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Ok