Psoriasi e vitamina D: nuovi dati di efficacia

Da tempo si parla di un legame tra la vitamina D e la psoriasi: negli anni molti studi hanno rilevato, infatti, come nei pazienti affetti dalla patologia (in particolare da psoriasi a placche) i livelli di questo nutriente siano frequentemente bassi. Questo fa pensare a un effetto protettivo della vitamina D sulla pelle dei pazienti psoriasici.

Vitamina D e sistema immunitario

Una meta analisi condotta nel 2019 da ricercatori dell’Università del Kansas (Usa) su dati di 693 pazienti aveva confermato una relazione significativa tra livelli bassi di vitamina D e la malattia. Ma già una ricerca pubblicata nel 2011 su Science Translational Medicine Journal aveva avanzato l’ipotesi che la vitamina D avesse un ruolo nel contrastare la risposta all’infiammazione della psoriasi. È già noto infatti che la sostanza ha un effetto modulatore sulla proliferazione cellulare e nella rigenerazione dei cheratinociti, le cellule più abbondanti della pelle, e questo ne spiegherebbe il ruolo protettivo nei confronti della malattia.

Diversi studi hanno osservato un legame tra vitamina D e altre malattie autoimmuni della pelle, come il pemfigo, l’alopecia areata e la vitiligine. La sostanza infatti sembra poter agire su alcune cellule del sistema immunitario alterandone il funzionamento.

Chi è più carente di vitamina D

L’ipovitaminosi D, cioè la carenza di vitamina D, è però una condizione molto diffusa nella popolazione italiana. Come noto, questa sostanza non è assunta soltanto per mezzo dell’alimentazione. Anzi, la quota maggiore è prodotta naturalmente dal nostro organismo quando ci esponiamo ai raggi solari e pertanto la maggior parte delle persone che vivono alle nostre latitudini mostrano ipovitaminosi D, specie nei mesi invernali. Molte forme di psoriasi reagiscono positivamente alle radiazioni del sole: forse anche questa è una delle ragioni della correlazione.

Inoltre il numero di pazienti con bassi livelli di vitamina D aumenta parallelamente a:

età;

sovrappeso e obesità;

– assunzione di alcune terapie farmacologiche.

Integrare la vitamina D: come?

Al momento però non è noto se integrare vitamina D per mantenerne livelli normali possa prevenire l’insorgenza di malattie autoimmuni come la psoriasi o quantomeno se questo possa avere un effetto di controllo sulla sua evoluzione. Certamente il dosaggio nel sangue della sostanza è a oggi il metodo più indicato per stimarne la concentrazione nei pazienti con psoriasi: per questo è opportuno in ogni caso monitorarla, così da mantenerla comunque a livelli adeguati per mezzo di integratori alimentari.

D’altro canto occorre non superarne le dosi fisiologiche: alcune ricerche sostengono che un eccesso di vitamina D nel sangue potrebbe causare effetti potenzialmente gravi come, ad esempio, un’ipercalcemia (cioè un eccesso di calcio nel sangue), collegato a formazione di calcoli renali.

Fonti

Barrea L et al., “Vitamin D and its role in psoriasis: An overview of the dermatologist and nutritionist”, Rev Endocr Metab Disord. 2017 Jun;18(2):195-205. doi: 10.1007/s11154-017-9411-6

Gisondi P et al., “Vitamin D status in patients with chronic plaque psoriasis”, Br J Dermatol. 2012 Mar;166(3):505-10. doi: 10.1111/j.1365-2133.2011.10699.x

Gisondi P, “Vitamina D e psoriasi”, Vitamin D UpDates, https://www.vitamind-journal.it/wp-content/uploads/2019/04/03_Gisondi__Vitamin_D_3_4_18-1.pdf

Hambly R et al., “The relevance of serum vitamin D in psoriasis: a review”, Arch Dermatol Res. 2017 Sep;309(7):499-517. doi: 10.1007/s00403-017-1751-2

Menchini G, Psoriasi. Ruolo della vitamina D, Pacini Editore Medicina, http://www.pacinimedicina.it/wp-content/uploads/39550-PSORIASI.-Ruolo-della-vitamina-D.pdf

Pitukweerakul P et al., “Hypovitaminosis D is Associated with Psoriasis: A Systematic Review and Meta-Analysis”, Kansas Journal of Medicine, Received Jan. 10, 2019; Accepted for publication May 30, 2019; Published online Nov. 25, 2019, https://journals.ku.edu/kjm/article/view/13255/12541

Zamfirescu M et al., “The Association Between Vitamin D Values and Psoriasis: A Literature Review”, ARS Medica Tomitana | Volume 25: Issue 4, doi: https://doi.org/10.2478/arsm-2019-0038

 

Print Friendly, PDF & Email
0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>