Quanto incide il prurito sulla psiche del paziente con psoriasi?

Il prurito è un sintomo molto comune in dermatologia e accompagna una serie di disturbi della pelle: scabbia, dermatite atopica, eczema, orticaria, psoriasi, dermatite erpetiforme, etc. Possiamo definire il prurito come una sensazione fastidiosa soggettiva che porta alla necessità o all’idea di grattarsi. Ma dove ha origine questa scomoda sensazione? Una risposta arriva dallo studio pubblicato sulle pagine di Nature Neuroscience. Gli autori dello studio hanno identificato l’origine della sensazione di prurito in un gruppo di neuroni presenti nel midollo spinale, localizzati a livello del tratto spinotalamico. L’attività di questi neuroni sarebbe accelerata in presenza di stimoli pruriginosi sulla pelle, mentre il gesto di grattarsi aiuterebbe a bloccare tale iperattività, impedendo la trasmissione del segnale di prurito alla corteccia cerebrale.

Il prurito può essere localizzato o generalizzato, acuto (della durata di meno di 6 settimane) o cronico (che dura più di 6 settimane). Alcuni studi hanno dimostrato che il prurito è spesso responsabile dell’aumento di malesseri vari, della perdita di valore e di qualità della vita, oltre che dell’aumento della mortalità. I pazienti che soffrono di prurito cronico, inoltre, possono vedere diminuita la loro autostima, soffrire di ansia o depressione e doversi confrontare e affrontare aggressività e sentimenti profondamente negativi.

Per lungo tempo la psoriasi è stata considerata erroneamente come una dermatosi cronica, che in genere non presenta prurito. Oggi, invece, sappiamo che il prurito è un sintomo frequentemente associato alla psoriasi, colpisce infatti più del 70% degli individui che ne soffrono e per molti pazienti è il sintomo più fastidioso associato alla malattia. Questa discrepanza numerica potrebbe essere spiegata da cambiamenti nello stile di vita – lo stress maggiore o la maggiore esposizione ad agenti inquinanti -, che potrebbero modulare la percezione del prurito. Tra i pazienti con psoriasi chi presenta il prurito come sintomo ha spesso una qualità di vita correlata alla salute più bassa ed è più depresso rispetto a chi non ha esperienza di prurito.

Il fastidio associato al prurito, per moltissimi pazienti, supera quello di arrossamento e bruciore della pelle, di forfora e anomalie alle unghie, di dolore e rigidità articolare o quello dei disturbi del sonno. La maggior parte dei pazienti con psoriasi è concorde nel sostenere come la presenza del prurito abbia influenzato negativamente la qualità della loro vita, con un notevole impatto sull’umore, la concentrazione, il sonno, il desiderio sessuale e l’appetito.
In altre parole, il sintomo del prurito è fortemente associato ad un minore benessere sul piano psicologico e sociale nei pazienti con malattie cutanee pruriginose croniche, tra cui la psoriasi. Inoltre, il prurito può interferire con le capacità funzionali del funzionamento del paziente, le emozioni e lo stato sociale, e pertanto dovrebbe essere un aspetto adeguatamente affrontato nel trattamento di questi pazienti.

Sono necessarie sicuramente ulteriori ricerche per capire più a fondo l’origine del prurito nella psoriasi, in quanto questo permetterebbe di sviluppare strategie di trattamento che possano controllare questo sintomo.

Norina Wendy Di Blasio, scientific editor  

Fonte  

Reich A1, Mędrek KSzepietowski JC. Interplay of Itch and Psyche in Psoriasis: An Update. 2016 Aug 23;96(217):55-7. doi: 10.2340/00015555-2374. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27282194

Print Friendly
2 COMMENTI
Margherita
10 dicembre 2016

Soffro anch' io ,vorrei ricevere tutti aggiornamenti scientifici è come si può fermare maledetto prurito ! Grazie

RISPONDI >>
    Redazione
    12 dicembre 2016

    Ciao Margherita, grazie per averci contattato. Sul nostro sito ci sono tanti approfondimenti, news e videointerviste, nelle sezioni dedicate. Nel caso tu voglia ti consigliamo di prenotare una consulenza con i nostri esperti dermatologi attraverso il nostro servizio di chiedi all’esperto via email https://servizi.psoriasi360.it/esperto-online/ prenotando una consulenza telefonica o https://servizi.psoriasi360.it/esperto-telefonico/cercando il centro più vicino: https://servizi.psoriasi360.it/centri-cura/ un esperto Dermatologo saprà darti le risposte che cerchi. Un caro saluto ed una buona giornata.

    RISPONDI >>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>