Un tatuaggio aiuterà i medici a comprendere la psoriasi?

Comprendere la psoriasi in modo alternativo

L’empatia medico-paziente è un elemento fondamentale per la buona riuscita di una terapia, ancor più quando si tratta di una patologia con un forte impatto psicologico come nel caso della psoriasi. Per far comprendere agli studenti di medicina cosa significhi essere affetti dalla psoriasi, la facoltà di Dermatologia dell’Università di Halifax in Canada ha proposto agli iscritti del primo anno di indossare un tatuaggio temporaneo che riproducesse le lesioni tipiche della malattia. I risultati dell’innovativo studio sono stati presentati sulle pagine del Journal of the American Academy of Dermatology.

In tutto 91 studenti venivano coinvolti nella ricerca e 61 completavano lo studio effettuando il tatuaggio e compilando, prima e dopo il periodo di prova, un questionario sugli effetti che questo aveva sortito.
Prima del tattoo, la psoriasi veniva generalmente considerata una malattia dal ridotto impatto fisico (più o meno paragonabile a un eczema) e con risvolti psicologici simili a quelli causati da patologie quali artrite o diabete.

Dopo “l’esercitazione” i partecipanti venivano invitati a rispondere a un nuovo test, che dimostrava come la loro visione fosse nettamente cambiata. La percezione che la psoriasi fosse una malattia invalidante risultava significativamente più alta, sia per quanto concerneva la sintomatologia fisica, sia per gli aspetti legati alla sfera emotiva. Da considerare, inoltre, che non era stato ovviamente possibile riprodurre le emozioni generate dalla cronicità della malattia né i fastidi e il prurito caratteristici delle lesioni.

Alla luce delle evidenze emerse gli autori sottolineano come lo studio abbia prodotto risultati molto interessanti dimostrando, ancora una volta, quanto l’impatto della psoriasi sulla qualità di vita di chi ne è affetto sia di fatto un elemento troppo spesso sottovalutato dalla stessa classe medica.

Dott.ssa Stefania Mengoni, scientific editor

Fonte

  • Lesley Latham, Aimee MacDonald, Alexa B. Kimball, Richard G. Langley. Halifax Teaching empathy to undergraduate medical students using a temporary tattoo simulating psoriasis. Journal of the American Academy of Dermatology 2012; 67 (1): 93-99
Print Friendly, PDF & Email

TAGS

0 COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Importante: nei commenti non è possibile usare i nomi commerciali dei farmaci in uso. Sarà cura della redazione sostituire il nome commerciale con la classe terapeutica prima della pubblicazione.

L'ESPERTO RISPONDE

PER CONTRASTARE IL DIABETE, COSI COME LA PSORIASI, AIUTANO PICCOLI MA IMPORTANTI CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA.

HAI UNA DOMANDA?

SCRIVI DIRETTAMENTE AI NOSTRI ESPERTI

SCRIVI ORA >>